Scienze e Pratiche di Consapevolezza

L’interezza si dispiega nella forma…

Se il corpo e il cervello formano una singola unità organismica, allora la sensazione non è una percezione dello stato del corpo nel senso convenzionale del termine. Qui la dualità soggetto-oggetto, di chi percepisce e chi è percepito, si supera. In relazione a questo stadio del processo invece, c’è unità. La sensazione è l’aspetto mentale di tale unità.

da “The Strange Order of Things: Life, Feeling, and the Making of Cultures.” Antonio Damasio, neuroscienziato

Amare vuol dire non sapere niente, non volere niente. Tornate al silenzio della volontà, del sapere. In questo silenzio alla sua maniera, non alla vostra, il corpo vi parlerà. Lascerete il concetto di corpo e un calore, una freschezza, una vibrazione, una tattilità si schiuderà. All’inizio si presenta come una forma di tensione, di pesantezza, di densità. Poco a poco, se non la utilizzate questa tattilità si trasformerà. Si presenteranno altri strati più elastici, radianti. E’ l’inizio di un viaggio infinito…”

trasmissione orale dallo Shivaismo del Kashmir

Accolgo la persona esattamente dov’è nel suo percorso esistenziale, nella sua ineguagliabile originalità ed unicità come essere vivente.

Le sessioni e i trattamenti offerti sono basati su modelli biofisiologici, sviluppati attraverso pratiche di origine millenaria integrate ad approcci somatici e informati dalle moderne neuroscienze. Il tutto a dare vita ad una preziosa sintesi tra la semplicità dell’umana richiesta di connessione e sicurezza, e la meravigliosa complessità del disegno biologico che incarniamo.

Gli incontri individuali sono personalizzati in base alle caratteristiche del cliente e all’ esperienza maturata attraverso gli anni , nell’uso di metodi all’avanguardia nella medicina integrata internazionale.

 

Approccio dialogico: l’arte dell’ascolto

La relazione interpersonale dialogica facilita l’osservazione dei microstati emergenti nei processi organici fisiologici (muscolari, viscerali ed autonomici), emotivi, affettivi e prosociali. Coregolare insieme gli impulsi e le attivazioni disadattative subcorticali favorisce la modulazione degli stati della mente e del corpo permettendo di sperimentare resilienza e neuroplasticità. Le sessioni sono basate sui principi di Somatic Experiencig, modello contenitivo, non regressivo, basato sulla presenza nel qui e ora, attraverso la quale la persona torna ad orientarsi nel proprio corpo e percepirlo come una base vitale, solida e sicura dalla quale riscoprire la propria vita.

Approccio al corpo: il tocco manuale 

Le modalità con cui ci si avvicina al contatto sono graduali e scelte di comune accordo in base alle dinamiche neuroaffettive esplorate nel corso delle sessioni.

I trattamenti di Ortho-bionomy sono adatti a tutti: bambini, adolescenti, adulti ed anziani, non presentano controindicazioni e sono caratterizzati dall’elevata efficacia nello sciogliere tensioni , blocchi e rigidità in ogni parte del corpo. La delicatezza dell’approccio taoista e l’uso delle posizioni antalgiche li rende indicati per chi soffre di dolori muscolari o reumatici anche di tipo cronico, oltre ad essere specialmente adatti ad alleviare condizioni di stress e affaticamento attraverso il rilassamento del sistema nervoso.

L’ uso dell’ Osteopatia Etnica e delle antichissime tecniche di origine tribale permette un’ azione complementare  perfettamente integrata: da la possibilità alla persona di sentire le contratture nel proprio corpo e  risolverle in pochi minuti  ritrovando forza e benessere.

 

.

Alcune immagini dei trattamenti di Ortho-Bionomy in cui è utilizzato un lettino da massaggio classico.

 

.

Attività olistica, non fisioterapica

 

 

Ossa, nervi, sangue, muscoli,

organi come simboli,

viscere come archetipi.

 

Emozioni come venti,

come correnti elettriche,

come panorami,

come torrenti,

come guadi,

come passi di montagna,

come il profumo dei fiori,

come il non nato,

come l’infinito”

.

 

 “Il corpo è la spiaggia nell’oceano dell’essere”

                                                                   anonimo sufi